Aiuti alla navigazione

logo vivieuropa

Modulo percorso pagina

Sei in: Home | Ultime Notizie | Carta blu europea, procedure più semplici

contenuti

Carta blu europea, procedure più semplici

7 giugno 2016

La Commissione europea ha deciso di riformare il sistema delle "carte blu" varato nel 2009 per rendere più facile e più allettante per i cittadini altamente qualificati dei paesi terzi la possibilità di venire a lavorare nell'Unione Europea per rafforzare la nostra crescita economica.

Secondo le stime Ocse, solo il 31% dei migranti qualificati provenienti da paesi terzi sceglie un paese UE come destinazione. Il sistema della Carta Blu europea adottato nel 2009 si è finora dimostrato inadeguato e poco attraente e, di conseguenza, sottoutilizzato: le condizioni di ammissione restrittive e l'esistenza di norme, condizioni e procedure parallele a livello nazionale sono due elementi che ne hanno limitato l'uso.

La proposta prevede un sistema unico UE e rilancia la mobilità fra paesi UE con permessi di lavoro "brevi" (fino a 90 giorni), rafforzando i diritti dei titolari di una carta blu: potranno avere più rapidamente diritto allo stato di residente a lungo termine, un accesso più flessibile al mercato del lavoro e i loro familiari potranno raggiungerli più facilmente.

I nuovi lavoratori determineranno, secondo le stime della Commissione UE, un impatto economico positivo compreso fra 1,4 e 6,2 miliardi all'anno.

La revisione della Carta Blu europea fa parte di un piano di azione presentato oggi per per sostenere gli Stati membri nell'integrazione dei cittadini di paesi terzi e nella valorizzazione del contributo economico e sociale che apportano all'Unione. Le azioni proposte riguardano aree cruciali: le misure d'integrazione che precedono la partenza e l'arrivo, in particolare per le persone reinsediate con evidente bisogno di protezione internazionale; l'istruzione, l'occupazione e la formazione professionale; l'accesso ai servizi di base; la partecipazione attiva e l'inclusione sociale.

La Carta Blu è un tipo di permesso di soggiorno, che viene rilasciato allo straniero altamente qualificato a seguito della stipula del contratto di soggiorno per lavoro. Ha durata biennale, se il rapporto di lavoro è a tempo indeterminato. Se invece è a tempo determinato, il permesso di soggiorno ha una durata superiore di 3 mesi rispetto alla scadenza del rapporto di lavoro.


Per saperne di più:
Leggi il comunicato della Commissione UE e i relativi approfondimenti 
Sito ufficiale dedicato alla Carta blu europea [in inglese]



torna su ^^
Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri 2007 © Tutti i diritti riservati