Aiuti alla navigazione

logo vivieuropa

Modulo percorso pagina

Sei in: Home | Ultime Notizie | La Bulgaria assume la Presidenza UE

contenuti

La Bulgaria assume la Presidenza UE

2 gennaio 2018

Presidenza UE Bulgaria%2C gennaio-giugno 2018La Bulgaria, membro dell'UE dal 2007, ha assunto il 1 gennaio la Presidenza del Consiglio dell'Unione Europea e ha scelto tre parole d'ordine per il suo semestre:  stabilità, sicurezza e solidarietà.

"La Bulgaria assumerà la presidenza europea in un momento chiave per l'Unione (...) Che lo slogan 'L'unione fa la forza' ci conduca", ha scritto il Primo ministro Boyko Borissov su Facebook. "Sono fiducioso che lavoreremo con successo sulle nostre priorità, sulla continuità", ha detto Borissov. "Dobbiamo affrontare i problemi spinosi assieme", ha dichiarato il ministro degli Esteri, Ekaterina Zaharieva, secondo cui i paesi UE devono "provare la loro solidarietà proteggendo i confini esterni dell'Unione invece di costruire barriere interne al blocco".

Nel corso dei prossimi sei mesi la presidenza si concentrerà su quattro settori chiave: futuro dell'Europa e giovani, Balcani occidentali, sicurezza e stabilità, economia digitale. Ma i dossier più spinosi restano la questione dei migranti e la revisione del sistema d'asilo europeo, la Brexit e la riforma dell'eurozona e il futuro post 2020 dell'UE. Temi delicati che aprono il 2018, ultimo anno utile prima delle elezioni europee del 2019.

Lunga la lista degli obiettivi che la presidenza bulgara si ripromette con diverse declinazioni a seconda delle configurazioni del Consiglio. Per il Consiglio Affari Generali, i principali punti di attenzione sono i Balcani Occidentali, che restano "una priorità strategica centrale" e la cui "prospettiva europea" va incoraggiata, e il quadro finanziario multiannuale dopo il 2020, senza la Gran Bretagna, sul quale si punterà a "facilitare un dibattito politico onesto ed aperto", con un occhio particolare alla politica di coesione.

L'apertura ufficiale del semestre di presidenza è fissata a Sofia per l'11-12 gennaio. Fino a giugno sono in programma circa 300 eventi, fra cui il summit dei capi di Stato e di governo dei paesi membri e dei componenti del gruppo Wb6 dei Balcani occidentali.

La Bulgaria rileva il testimone dall'Estonia e lo passerà alla fine di giugno all'Austria, completando così il trio di presidenza attuale. Gli Stati membri che esercitano la presidenza collaborano, infatti, strettamente a gruppi di tre, chiamati "trio". Questo sistema è stato introdotto dal Trattato di Lisbona nel 2009. Il trio fissa obiettivi a lungo termine e prepara un programma comune che stabilisce i temi e le questioni principali che saranno trattati dal Consiglio in un periodo di 18 mesi. Sulla base di tale programma, ciascuno dei tre paesi prepara un proprio programma semestrale più dettagliato.


Per saperne di più:
Sito della Presidenza bulgara dell'Unione [EN]



torna su ^^
Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri 2007 © Tutti i diritti riservati